Didattica

CORPO DOCENTI

SOLIDEO POLETTI

Coordinatore didattico-Preside
VAI ALLA PAGINA

ANNA MIETTO

Matematica e Scienze
VAI ALLA PAGINA

ANDREA BOZZA

Tecnologia e Informatica
VAI ALLA PAGINA

ENRICO PERETTO

Italiano, Storia e Geografia
VAI ALLA PAGINA

MARTHIA CALECA

Italiano, Storia e Geografia
VAI ALLA PAGINA

VALENTINA BALDAN

Italiano, Storia e Geografia
VAI ALLA PAGINA

LISA DORO

Matematica e Scienze
VAI ALLA PAGINA

NORBERTO TRONCA

Musica
VAI ALLA PAGINA

FRANCESCA DE GOBBI

Italiano, storia, geografia
VAI ALLA PAGINA

ALESSIO CENTOMO

Educazione Fisica
VAI ALLA PAGINA

ANNA CATTANI

Educazione Fisica
VAI ALLA PAGINA

VALERIA MARANGON

Arte e Immagine
VAI ALLA PAGINA

SILVIA MEZZARO

Inglese
VAI ALLA PAGINA

ELENA PARLATO

Inglese e spagnolo
VAI ALLA PAGINA

MARINA PURELLI

Matematica e scienze
VAI ALLA PAGINA

LUCA BARBAN

Inglese
VAI ALLA PAGINA

CHIARA PETTENA

Italiano
VAI ALLA PAGINA

PIANO OFFERTA FORMATIVA

Piano Offerta Formativa (POF)

Piano Triennale Offerta Formativa (PTOF)

PRINCIPI EDUCATIVI

 

 

 

CENTRALITA’ DELL’ALUNNO

 

Ogni ragazzo è riconosciuto come portatore di un suo patrimonio culturale maturato all’interno del proprio ambiente sociale.

E’ proprio partendo da questo patrimonio e dalle esigenze dell’alunno che la scuola organizza le attività, in modo da predisporre tutte le opportunità utili a che egli realizzi in maniera completa ed armonica la propria dimensione personale e quindi sia capace di effettuare interventi personali consapevoli e responsabili all’interno della società per concorrere al suo progresso materiale e spirituale.

Ci si adeguerà dunque con pazienza al passo dell’alunno stesso, convinti che le persone valgono sempre più dei risultati che si possono ottenere.

 

 

 

DIRITTO E DOVERE DEI GENITORI DI EDUCARE E ISTRUIRE

 

In base all’articolo 30 della Costituzione i genitori hanno il diritto e dovere di educare ed istruire i loro figli. Ne consegue che tocca ad essi scegliere la scuola che collabori con la loro azione educativa. Solo così si attua il principio irrinunciabile della libertà di istruzione.

I genitori, da parte loro, superando il solo criterio di ricercare nella scuola un ambiente rassicurante e protetto, sono chiamati a realizzare il progetto educativo della scuola secondo la competenza loro propria e attraverso gli organi e gli strumenti a ciò costituiti.

 

 

 

UGUAGLIANZA ED IMPARZIALITA’

 

L’erogazione del servizio scolastico si basa sul principio di uguaglianza dei diritti degli studenti: nessuna discriminazione viene compiuta per motivi riguardanti sesso, razza, etnia, lingua e opinioni politiche.

Per quanto riguarda le condizioni socio-economiche, per favorire la pari opportunità formativa, in tutte le maniere si verrà incontro con opportune agevolazioni alle famiglie che si trovino in difficoltà finanziarie.

 

 

 

PARTECIPAZIONE – TRASPARENZA – EFFICIENZA – EFFICACIA

 

Genitori, docenti. Ente gestore, personale ed alunni sono protagonisti e responsabili della gestione partecipata della scuola attraverso gli organi previsti dai Decreti Delegati con rapporti di collaborazione e fiducia nel rispetto della diversità dei ruoli e delle competenze. Tale collaborazione deve concorrere alla più ampia realizzazione degli standard generali del servizio.

Al fine di promuovere ogni forma di partecipazione, è garantita la massima semplificazione delle procedure ed un’informazione completa e trasparente.

Per favorire inoltre le attività extrascolastiche che realizzino la formazione della scuola come centro di promozione culturale, sociale e civile, è consentito l’uso dell’edificio e delle attrezzature fuori dell’orario e del servizio scolastico.

L’orario dei servizi amministrativi sarà improntato a se amplificazione di procedure, flessibilità di apertura al pubblico, chiarezza di informazione.

 

 

 

PARTICOLARI VALORI DA PROMUOVERE

 

In base all’ispirazione cristiana della nostra scuola, attraverso i percorsi educativi e le proposte didattiche, verranno particolarmente promossi questi valori:

a) il primato del bene comune sull’individualismo nello spirito e nelle forme democraticamente indicate dalla Costituzione e nel rispetto degli organismi civili;

b) la valorizzazione della persona all’interno delle strutture sociali;

c) il sapere, non considerato come mezzo di affermazione egoistica ma come capacità di ascolto, di relazione, di solidarietà;

d) acquisizione della cultura non solo come trasmissione di contenuti ma elaborazione di essi, escludendo ogni forma di intolleranza e privilegiando l’autoformazione, l’impegno sistematico nello studio, l’ordine, la puntualità, l’aggiornamento costante, la disponibilità al dialogo ed al confronto, il rispetto reciproco, l’aiuto vicendevole, la visione armonica del sapere attraverso l’interdisciplinarietà;

e) un’attenzione particolare all’insegnamento della religione cattolica, alla solidarietà per chiunque si trova in difficoltà, alle problematiche emergenti del territorio e del mondo attuale.

 

 

 

RISPETTO DELLA LIBERTA’ DELL’INSEGNAMENTO DEI DOCENTI E PROMOZIONE DELL’AGGIORNAMENTO

 

La nostra scuola promuove il rispetto e la libertà di insegnamento dei docenti in armonia con lo spirito e le finalità che le sono caratteristiche; sostiene, secondo le proprie possibilità, il loro aggiornamento attraverso le varie iniziative interne alla scuola stessa ed in collaborazione con scuole vicine dello stesso Ente Gestore.

OBBIETTIVI GENERALI

Gli obiettivi generali del processo formativo della scuola comuni a tutte le tre classi, sono quelli espressi nella normativa nazionale che recepisce anche le indicazioni dei precedenti documenti in base ai quali la Scuola secondaria di 1° grado è chiamata a:

  • formare l’uomo e il cittadino educando ai valori che danno senso al vivere personale e collettivo.
  • collocare nel mondo promuovendo lo sviluppo delle competenze personali.
  • orientare favorendo il processo che porta a costruire il progetto personale di vita.

 

La nostra scuola, pertanto, si propone di raggiungere i seguenti obiettivi formativi generali:

 

  • Promuovere lo sviluppo integrale della persona e l’acquisizione della propria identità.
  • Favorire l’assunzione dei valori che reggono le relazioni interpersonali e la vita comunitaria in particolare attraverso la partecipazione responsabile alla vita di classe.
  • Avviare a promuovere una conoscenza sempre maggiore del territorio e delle varie realtà sociali in vista di un consapevole orientamento attraverso scelte realistiche.

DOCUMENTI

Regolamento d'Istituto

Patto di Corresponsabilità

Newsletter